Parco Archeologico di Ostia Antica

(4 ore)

Alla scoperta di uno dei più grandi e famosi parchi archeologici d’Italia, pari solo a quello di Pompei. Sul mare, grazie alla sua flotta, Ostia fu un centro commerciale molto importante in epoca romana. Si avviò ad un lento declino a causa del fiume Tevere non più navigabile e fu così che decadde il suo ruolo di importante nodo commerciale.

Villa Adriana e Villa d'Este

(6-8 ore)

Entrambe dichiarate patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. La prima, residenza extraurbana dell’imperatore Adriano, conserva notevoli vestigia d’epoca romana. La seconda, risalente al 1550, fatta costruire dal cardinale Ippolito II d’Este, si presenta come una vera e propria reggia con un giardino bellissimo, ricco di giochi d’acqua e fontane.

Assisi e Perugia

(8-10 ore)

Al di là della sua bellezza per le chiese ed edifici medievali, Assisi merita un posto a parte nella storia italiana, per essere stata la città natale di San Francesco, il santo patrono d’Italia, e di Santa Chiara, fondatrice dell’ordine monastico delle clarisse. Nella basilica di San Francesco troviamo i più grandi nomi della pittura italiana e mondiale quali Cimabue e Giotto, che ci hanno lasciato testimonianze della pittura muraria a fresco di valore inestimabile.
Perugia: Seguendo un tragitto di scale mobili attraverso fortificazioni medievali, si arriva al centro storico della città. Sulla via principale, il corso, convergono le altre stradine minori.
Perugia conserva ancora una porta ad arco di periodo etrusco, tanti palazzi gentilizi ed un tessuto urbano medievale. Diede i natali a illustri pittori come Perugino e Pinturicchio e vi si formarono personaggi famosi come Raffaello, Pietro Aretino, Piero della Francesca e Luca Signorelli.

Civita di Bagnoregio e Orvieto

(3 ore)

Il borgo medievale di Bagnoregio arroccato su uno sperone tufaceo è accessibile solo a piedi attraverso un ponte. A causa dell’erosione della collina questo borgo tra i più belli d’Italia rischia di scomparire e lo si è chiamato perciò “la città che muore”.
Orvieto, città di origine etrusca, come testimonia la sua famosa necropoli, ha un Duomo che si può considerare capolavoro dell’architettura gotica italiana. All’interno è la famosa Cappella di San Brizio, con affreschi del Giudizio Universale di Luca Signorelli. Capolavoro d’ingegneria è il Pozzo di San Patrizio costruito da Antonio da Sangallo il Giovane per il Papa Clemente VII che doveva trovarvi un rifugio sicuro in caso di pericolo.